Per un corretto conferimento dei rifiuti

Commenti disabilitati su Per un corretto conferimento dei rifiuti

Formigine punta alla formazione “sul campo” per i cittadini e alla valorizzazione delle iniziative promosse nei quartieri

Iniziativa raccolta rifiuti“E questo dove lo butto?”. Per dare risposta all’interrogativo che spesso i cittadini si pongono sul conferimento dei rifiuti, il Comune di Formigine ha messo in campo numerosi strumenti.
Da questo sabato, un operatore di Hera sarà presente in alcune aree del capoluogo e delle frazioni in prossimità dei cassonetti per verificare la corretta differenziazione delle matrici da parte dei cittadini e fornirà loro le informazioni necessarie su eventuali errori. Ogni rifiuto va infatti conferito in un cassonetto specifico, mentre la carta e il cartone sono ritirati a domicilio sull’intero territorio comunale.
Esiste poi il “Rifiutologo”, guida pratica consultabile in forma cartacea presso l’ufficio URP del Comune (sempre disponibile, assieme all’Ufficio Ambiente, per fornire chiarimenti) oppure on-line e attraverso l’App gratuita per smartphone.
Inoltre, sono stati posizionati cartelli informativi in prossimità delle aree più soggette ad abbandono di rifiuti, nei quali si esplicitano le diverse modalità di conferimento.
Un ulteriore appuntamento per promuovere il decoro urbano è l’iniziativa promossa dai residenti del quartiere Corassori, che hanno deciso di organizzare una mattina di pulizia straordinaria dell’area, sabato 21 ottobre insieme agli Ecovolontari di Formigine.
“È lodevole che i cittadini decidano spontaneamente di contribuire alla promozione del decoro urbano – afferma l’Assessore all’Ambiente Giorgia Bartoli – perché l’amore per il proprio territorio passa anche attraverso la valorizzazione dei beni comuni. Mi auguro – conclude Bartoli – che altri gruppi di cittadini prendano esempio dall’esperienza del quartiere Corassori per promuovere iniziative simili nella propria via per dare il buon esempio, ma anche per conoscere meglio il proprio vicinato e sentirsi anche di più parte della medesima comunità. Attraverso il supporto del formatore di Hera, poi, vogliamo togliere qualsiasi possibile alibi a quei cittadini ancora disinformati su come funzioni la raccolta differenziata che, lo ricordiamo, è obbligatoria per legge”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page

Comments are closed.